Informazioni

indirizzo
via Roma, 34
35020 Legnaro (Pd)

Contatti
T. 049 883 0779

Orari visite
martedì: 09:30 - 12:00
14:30 - 18:30
mercoledì, giovedì e venerdì:
14.30 – 18.00
sabato:
09.30 – 12.00

 

 

 

 

 

 

La Corte Benedettina rappresenta il monumento più prezioso e significativo della comunità di Legnaro, centro economico, sociale e culturale del paese, sorta nel Quattrocento per iniziativa dei Monaci di santa Giustina di Padova e cresciuta nei secoli con l’aggregazione di edifici successivi. Fu per secoli il fulcro da cui si irradiavano tutti gli interventi sul territorio riguardanti il lavoro e la salvaguardia del suolo; qui si raccoglievano decime, quartesi, onoranze, affitti, qui si ricorreva per la giustizia e la pietà. Intorno all’ampio spazio centrale con la pesa e l’aia di cotto si aprivano un tempo stalle, granai, cantine, fienili, rimesse, magazzini, locali per cedraia, legnaia, allevamento dei bachi da seta e lavori artigianali
La corte passò nel 1934 da Paolo Camerini alla società l’Anonima imprese agricole, nel 1949 alla Conduzioni immobiliari società per azioni e nella 1958 all'Ente Nazionale Tre Venezie.
Alla soppressione dell’ente, divenne proprietà della regione che la assegnò in parte all’ESAV (Ente per lo sviluppo agricolo del Veneto, ora Veneto Agricoltura), in parte al Comune di Legnaro per attività culturali e sociali. L’ESAV decise di collegare la corte al vicino polo tecnologico-universitario “Agripolis” e promosse nel triennio 1994-96 il restauro della ”ex-filanda” e delle stalle destinate all’animazione scientifica e organizzativa, alla dimostrazione e diffusione delle informazioni e all’accoglienza di operatori e ricercatori.
Alla fine del 1997 ebbe inizio, a cura della Regione Veneto, una completa ristrutturazione statica e architettonica del complesso che si concluse nella 1999.
I quattro corpi del fabbricato di circa 2000 mq. di superficie, ospitano oggi il centro di formazione e divulgazione Corte Benedettina, oltre a iniziative promosse e dai diversi soggetti del sistema agroalimentare Veneto. Il Comune di Legnaro ha in uso una parte del lato est con l’ampio salone per la biblioteca e due vani per le attività culturali.