Sentirsi parte di un territorio senza inciampare nella retorica delle radici. Raccontarsi ma attraverso lo sguardo degli altri. Riconoscersi in chi arriva e le proprie radici ha dovuto strapparle, in chi parte e scopre solo così di averne. Perché sradicarsi implica la messa a nudo delle radici, il loro estremo riconoscimento. In questo senso, ogni sradicamento è sempre anche un radicamento, il distacco da una terra porta a guardarla da fuori, ad appropriarsene nell’abbandono. E cosa vuol dire oggi cercare, romanticamente, l’universale in ciò che è locale e viceversa? Si può ancora tenere i piedi ben piantati a terra e la testa fra le nuvole?

Convinti che l’arte possa aiutare a comprendere i cambiamenti in atto, continuiamo anche attraverso il teatro a interrogare le tensioni e le dinamiche che stanno attraversando il nostro presente trasformandolo.

 

PROGRAMMA 2018

FARMACIA ZOO:È
sabato 16 giugno

COLLETTIVO PAOLO BENVEGNÙ
venerdì 22 giugno

IVAN CASTIGLIONE | FRANCESCO CAFISO 4ET
sabato 23 giugno

UN FILM DI MARCO MARTINELLI
domenica 24 giugno

 

MARCO MARTINELLI
domenica 24 giugno

TEATRO MEDICO IPNOTICO
domenica 24 giugno

TEATRO MEDICO IPNOTICO
lunedì 25 giugno

GIANCARLO PREVIATI
lunedì 25 giugno

 

OTTAVO GIORNO
martedì 26 giugno

CLAUDIA MARSICANO
mercoledì 27 giugnoo

TIZIANO SCARPA
DEBORA PETRINA

giovedì 28 giugno

KER THÉÂTRE MANDIAYE N’DIAYE
venerdì 29 giugno

 

ROBERTO ABBIATI
venerdì 29 giugno

LASTANZADIGRETA
sabato 30 giugno

SERGIO MERCURIO
domenica 1 luglio

ROSA BRUNELLO Y LOS FERMENTOS
domenica 1 luglio